mercoledì 26 agosto 2015

Partita IVA: PARTITA


eh sì…eh sì…ci sono anche io!
Tutto è nato per caso. O meglio, ci riflettevo da tempo (vedi qui): partire (nei sogni, immaginarsi altrove), restare (nella realtà), P.IVA o alternative varie.
Alla fine la soluzione migliore è arrivata da sé, con la telefonata del commercialista "Ciao Gabriella, ci sono nuove agevolazioni ecc.ecc. Pensaci e fammi sapere". Un consulto col marito e OK! apriamola 'sta Partita.
Ora si comincia a giocare sul serio.
Ad essere sinceri al 100%, l'idea mi piace, mi fa sentire più…professionale. Senza una vita fiscale seria mi sembrava quasi di fare 'sto lavoro per hobby, se c'era bene, sennò pace. Così sono un'entità riconosciuta. Mi sento una professionista (lo so, non è questo che fa di un lavoratore un professionista!). 
Posso emettere fattura e non barcamenarmi tra soluzioni alternative non sempre ottimali. Mi sembrava di dover appellarmi sempre a qualche santo protettore dei precari prima di emettere nota di pagamento o altro "Come devo fare? che devo scrivere? gestione separata? no? pagamento in nero?". Bene, ora tutto questo dovrebbe essere superato,  a fine mese posso procedere in tutta autonomia.
Per ora quindi il commento è positivo. Staremo a vedere. Adesso sono in ballo e ballerò, promesso.

venerdì 14 agosto 2015

post altamente triste


Vi capita mai di essere tristi e non capirne i motivi? cioè, apparentemente ce ne sarebbero tanti di motivi, ma perché è cominciato questo stato di tristezza, boh, non lo so.
Senza dare troppe colpe agli ormoni, sono triste e basta, Angosciata, triste e più penso, più lo sono.
Mi viene da piangere per un ricordo passato, per il presente e per un possibile - tragico - futuro.
Triste perché avrei bisogno, credo, di una maggiore condivisione "reale", che mi manca tanto in questo periodo. Triste perché penso che certe situazioni me le meriti. Triste perché mi sembra di distruggere dei pezzetti di vita. Triste perché mi sento un peso a distanza (e triste perché penso che poi certe situazioni "tragiche" prima o poi le causerò io stessa). 
La cosa migliore in questi casi è gettarsi a fare altro, dedicarsi a altri. A Marta, ad esempio. Così stamattina ce ne siamo andate in giro in bici…ottimo scacciapensieri, testato personalmente!

Taaanto tempo fa una persona, un ragazzo, mi disse che dovevo sorridere sempre, che quando sorridevo il mio sorriso illuminava tutto quello che aveva forma nel raggio di molti km (questo approposito del commuoversi per pensieri passati). Beh, oggi proprio non mi va; ma avere Marta con me mi costringe a farlo. Quindi non posso che dire grazie. 


giovedì 6 agosto 2015

luglio col bene che ti voglio

...è stato un luglio un po' "così". Non ricordo granchè se non che mi sono arrabbiata tanto, e ho vissuto di sensi di colpa. Mi arrabbiavo e mi sentivo in colpa; urlavo e mi sentivo in colpa; punivo e mi sentivo in colpa; mi lamentavo e mi sentivo in colpa; piangevo e sfogavo e mi sentivo in colpa.
Questo finchè non son stata meglio e sono fuggita per un giorno a Napoli, "così", con la scusa di una mostra.







Decidi e parti, "così", senza pensarci troppo - anche perchè la meta è abbastanza vicina da dire Ciao a tutti, io sto partendo! e tornare in serata.

Di luglio ricordo ancora questo, il primo vero serio taglio di capelli di Marta. Tutto ha avuto inizio da qui, da una bimba desiderosa di vedersi diversa e più leggera, una mamma ben disposta se pur timorosa e un paio di forbici da sarta





Beh, sì, lei si piaceva, tanto, io la trovavo simpatica, ma riuscivo anche a vederla da dietro e ammirare il fantastico taglio da me effettuato.


Il paragone con Mafalda era inevitabile...
Lei si piaceva molto, ma domare quella folta chioma era difficilissimo!


Così dopo un paio di forbici professionali, ma non troppo, acquistate per rimediare all'errore - gli strumenti adatti non servono a nulla se non sai armeggiarli - e una serie di code e treccine, siamo corse dal parrucchiere.

E' proprio bella! La folta chioma è ancora lì; la lievitazione dei capelli dopo ogni asciugatura è routine. Ora i suoi capelli sono più mossi.
Sarà che ha assunto un aspetto diverso, sarà che sta crescendo davanti ai nostri occhi alla velocità della luce, sarà che così sembra troppo simpatica...sarà pure che ogni scarrafone è bello a mamma sua...a noi piace molto.


P.S.: non fa nulla che talvolta mi fa arrabbiare, sfogare, urlare, piangere e mi fa sentire in colpa :-P

il desiderio irrefrenabile di parlare

Dunque, signore mie...vi ringrazio per i complimenti, tanto, credetemi, ma se questi son poi accompagnati da tirate di piedi, allora no...